Bassi tassi di rimborso da parte dei contribuenti privati ai fornitori di salute mentale possono frenare l’accesso dei pazienti

I tassi di rimborso da parte degli assicuratori commerciali ai fornitori di assistenza sanitaria mentale possono ostacolare l’accesso dei pazienti a tali cure, secondo un nuovo studio.

I ricercatori del Congressional Budget Office hanno analizzato i dati dell’Health Care Cost Institute – che include richieste per 39 milioni di membri di Aetna, Humana e UnitedHealthcare-e hanno scoperto che i piani commerciali hanno pagato i fornitori in rete dal 13% al 14% in meno rispetto al servizio Medicare per la psicoterapia o i servizi di valutazione e gestione.

Tuttavia, i pagamenti ai fornitori fuori rete erano significativamente più alti, ha rilevato lo studio. I pagatori privati hanno pagato il 43% in più a questi medici per E&M care, ad esempio, e il 53% in più per la psicoterapia fuori rete.

CORRELATI: Perché gli esperti dicono che potremmo aver bisogno di un “colpo di Marte” per affrontare la malattia mentale negli Stati Uniti

Queste lacune rappresentano un problema, hanno detto i ricercatori, tra le richieste di una maggiore parità nell’accesso ai servizi di salute mentale: i fornitori non firmeranno con piani sanitari quando sanno che il loro rimborso potrebbe precipitare.

I rimborsi più bassi potrebbero anche impedire ai medici di entrare nell’assistenza sanitaria mentale o comportamentale, ostacolando ulteriormente gli obiettivi di accesso, hanno detto.

“La promessa di Parity potrebbe rimanere insoddisfatta se i pazienti non possono accedere ai provider in rete”, hanno scritto gli autori. “Il successo di parity può alla fine dipendere dal fatto che i tassi di pagamento ai fornitori di salute mentale aumentino nel tempo, i tassi di pagamento più elevati espandano l’offerta o gli assicuratori possano espandere l’accesso senza aumentare i premi.”

Medicare Advantage piani, i ricercatori hanno scoperto, pagato tariffe alla pari con Medicare tradizionale. Detto questo, i tassi di Medicare potrebbero anche essere troppo bassi per aumentare veramente l’accesso-ad esempio, Medicare rimborserà una sessione di terapia di 45 minuti per 7 79.76, mentre pagherà $106.28 per una visita in ufficio di intensità intermedia.

CORRELATO: Philadelphia è caduta vittima dell’epidemia di oppioidi. Il suo più grande assicuratore sta cercando di salvarlo

I tassi di pagamento sono così bassi su tutta la linea che i fornitori di salute mentale non sono stati storicamente disposti ad accettare alcuna copertura assicurativa, ha osservato lo studio.

La domanda di assistenza sanitaria mentale e comportamentale è elevata. Un recente sondaggio di 5.000 persone ha rilevato che quasi 6 su 10 avevano cercato tali servizi per se stessi o una persona cara, ma i costi rimangono la barriera più grande.

Circa il 20% degli intervistati ha dichiarato che l’alto costo della salute comportamentale li ha portati a scegliere tra un servizio di salute mentale o un servizio di salute fisica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.