(IBR) Rinotracheite bovina infettiva

IBR sta per rinotracheite bovina infettiva. Come suggerisce il nome è una malattia respiratoria infettiva del bestiame.

Bovilis IBR Marker Live-Come ottenere il vostro gregge sul protocollo di vaccinazione di 12 mesi

Nuovo pensiero sul controllo IBR – Vaccinazione dei vitelli

Ci sono molti benefici per iniziare la vaccinazione dei vitelli IBR presto nella vita. La ricerca ha dimostrato che nei primi due mesi di vita, i vitelli da latte trattati con successo per un singolo caso di malattia respiratoria bovina (BRD) producono il 4% in meno di latte nella prima lattazione e l ‘ 8% in meno nella seconda lattazione. Sia la malattia clinica che subclinica possono causare una riduzione dell’aumento di peso vivo giornaliero sia nella carne bovina che nei vitelli da latte. Pertanto, ridurre l’incidenza della malattia respiratoria bovina ha un senso economico.

2020 primavera nato vitelli che sono 3 mesi di età o più anziani possono ricevere un 2 ml colpo nel muscolo. Questi vitelli poi ricevono il loro colpo del ripetitore 6 mesi più successivamente. Un booster shot annuale può quindi essere somministrato a questi bovini ogni 12 mesi utilizzando Bovilis® IBR Marker Live da allora in poi. Gli agricoltori dovrebbero parlare con il loro medico veterinario per consigli sul miglior programma di vaccinazione IBR per la loro mandria.

Quando devo iniziare a vaccinare contro l’IBR?

Il momento di iniziare la vaccinazione contro l’IBR dipende dalla situazione particolare di ogni mandria. MSD Animal Health propone di adottare l’intero approccio della mandria per proteggere i bovini contro l’IBR iniziando con il giovane stock. I vitelli dai 3 mesi di età ricevono un colpo da 2 ml di Bovilis ® IBR Marker dal vivo nel muscolo. Nelle mandrie in cui l’IBR è diffuso, un colpo da 2 ml può essere somministrato fino al naso a partire da 2 settimane di età. 1 ml in entrambe le narici.

IBR vitello vaccinazione
Vitelli da 3 mesi di età possono ricevere un colpo 2 ml di Bovilis IBR Marker Vivere nel muscolo

Che cosa causa IBR?

L’IBR è causato da un virus chiamato Virus dell’herpes bovino-1(BHV-1). BHV-1 è unico in quanto dopo che i bovini sono stati infettati diventano portatori della malattia. Il virus può trovarsi latente-o nascosto nel corpo dell’animale. Non è possibile dire guardando l’animale se sono portatori. Devi fare un esame del sangue per stabilire se l’animale è un portatore. La malattia può riattivarsi nei momenti di stress. Quando riattiva l’animale getta il virus che può causare altri animali infettati.

Quali sono i segni di IBR?

I segni clinici associati alla malattia sono febbre e segni respiratori come naso che cola, scarico dagli occhi e tosse. L’IBR nelle mandrie da latte è associato a un calo della produzione di latte. Può anche causare l’aborto.

Come si può diagnosticare IBR?

Se la mandria presenta alcuni dei segni clinici sopra descritti e sospetta che l’IBR stia causando un problema alla mandria, si rivolga al veterinario. Tamponi nasali possono essere utilizzati per identificare i bovini che sono spargimento virus e sangue può essere utilizzato per identificare gli animali infettati latentemente.

Come si diffonde l’IBR?

Il contatto diretto naso-naso è la causa principale della diffusione all’interno delle mandrie. Può anche essere diffuso tramite muco o tramite aerosol, nell’aria respirata o starnutita. La diffusione aerea può verificarsi su distanze fino a 5 metri. L’IBR può essere trasferito da persone, oggetti e utensili agricoli e può anche essere diffuso da sperma di tori infetti.

Quando gli animali infettati in modo latente o portatori diventano stressati, versano abbastanza virus da infettare animali naïve (non infetti). Questi animali appena infetti versano quantità molto maggiori di virus e lo diffondono ad altri animali naïve. È questa diffusione da animale recentemente infetto a naïve che è responsabile della principale diffusione del virus in un focolaio e della diffusione della malattia in una mandria naïve. Gli animali infettati in modo latente in realtà fungono solo da serbatoio per il virus. Un animale appena infettato può infettare fino a 6-7 naïve animali in contatto, in modo da poter vedere come facilmente il virus può diffondersi anche se la mandria quando gli animali sono in stretto contatto.

L’IBR subclinico può causare perdite di 2,6 kg di latte per vacca al giorno

Come posso trattare l’IBR?

Una volta che gli animali sono infettati latentemente o portatori rimangono portatori per tutta la vita. È possibile trattare gli animali individualmente in quanto mostrano segni clinici, ma per controllare la malattia e il suo impatto sulla produzione di mandria è necessario vaccinare.

Protocollo vaccinale per Bovilis IBR Marker live

La vecchia licenza affermava che dopo la somministrazione primaria di Bovilis® IBR Marker Live, i vaccini di richiamo dovevano essere somministrati ogni 6 mesi per mantenere la durata dell’immunità. La nuova patente di guida pretendiamo afferma che, dopo l’iniezione iniziale di Bovilis® IBR Marker Live somministrazione di una seconda ri-vaccinazione deve essere somministrata dopo 6 mesi, booster vaccini possono quindi essere somministrato non superiore a ogni 12 mesi, per mantenere la durata dell’immunità Figura 2 di seguito evidenzia chiaramente la nuova Bovilis® IBR

il vaccino devo usare dal vivo o inattivati?

Esistono due tipi di vaccini IBR, vaccini vivi e vaccini inattivati. La vaccinazione con il vaccino vivo provoca meno spargimento del virus BHV-1 (IBR) in animali naïve recentemente infettati rispetto al vaccino inattivato. Vi sono anche prove limitate che l’uso di vaccini inattivati può comportare una migliore riduzione dello spargimento da parte di animali riattivati con infezione latente rispetto al vaccino vivo3. Tuttavia, una serie di studi ha dimostrato che i vaccini marcatori IBR vivi forniscono una migliore protezione contro i segni clinici rispetto ai vaccini inattivati2. Parla con il tuo veterinario per ulteriori informazioni sui vantaggi dei vaccini marker IBR vivi e quale regime di vaccinazione è più adatto alle tue circostanze di allevamento.

Tieni d’occhio la nostra pagina Twitter per ulteriori informazioni. Bovilis IBR Marker Live può essere somministrato lo stesso giorno di Bovipast RSP a partire dalle 3 settimane di età. Maggiori informazioni qui

(1) Un vaccino attenuato contro l’herpesvirus bovino 1 induce una protezione migliore rispetto a due vaccini marker inattivati, Bosch et al, Microbiologia veterinaria 52 (1996) 223-234

(2) H. Kuijk TIERÄRZTLICHE UMSCHAU (2004) 59, 3, pag 168 – 172

(3) Nel 1997, il gruppo si è unito al gruppo di lavoro del gruppo. I vaccini marcatori di herpesvirus 1 bovino inattivati sono più efficaci nel ridurre l’escrezione del virus dopo la riattivazione rispetto a un vaccino marcatore vivo. Vaccino, 15(14), 1512-1517.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.