Il “Lungo viaggio” di Boulet soddisfa l’infinita promessa della tela

La trama del Viaggio è abbastanza semplice: un uomo annoiato-lo stesso Boulet-cerca qualcosa di nuovo e finisce per avventurarsi, prima nelle fogne e poi molto, molto oltre in nome della novità e dell’eccitazione. Ma ciò che lo rende così impressionante è l’esecuzione della striscia. Per prima cosa, è tutta un’immagine continua, che il lettore scorre verso il basso mentre Boulet viaggia più lontano, il che dà al lettore un senso di empatia con il personaggio e un’esperienza di fare lo stesso (o, almeno, un simile) viaggio come l’immaginario Boulet.

C’è di più di questo, però. È un viaggio divertente, con l’umorismo osservativo di Boulet che diventa più surreale mentre il viaggio stesso diventa più strano, ma non perde mai il contatto con il pubblico del tutto. Ed è anche sorprendentemente toccante mentre la storia si avvicina alla sua conclusione. Il Lungo Viaggio offre spunti di riflessione e qualcosa anche per il cuore. Se stai cercando qualcosa per rilassarti con questo fine settimana che potrebbe suggerire possibilità ancora non sfruttate per la narrazione sul web, potresti fare molto peggio che verificarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.